Consigli utili

A dieta con gusto: le alternative ai dolci

Chi ha detto che per dimagrire si debba rinunciare al gusto? I dolci possono essere sostituiti da alternative altrettanto piacevoli. Vediamo quali.

Mettersi a dieta comporta degli inevitabili sacrifici. Infatti per dimagrire è indispensabile che le calorie assunte con gli alimenti siano inferiori rispetto alle energie bruciate nelle 24 ore di una giornata e ciò comporta dover rinunciare a cibi “bomba”, come ad esempio i dolci, a favore di alimenti leggeri e poco calorici.

Metterli al bando è stato un vero e proprio problema anche per Diana, casalinga di 35 anni che ha iniziato una dieta per smaltire i chili che le erano rimasti cuciti addosso dopo le sue due gravidanze.

Ho sempre considerato il dolce una degna conclusione di ogni pranzo che si rispetti. Per questo nella mia dispensa non mancavano mai cioccolato, tortine e chi più ne ha più ne metta. Ed essendo una mangiona che passa molto tempo a casa tendevo a piluccare tutto il giorno, concedendomi un biscotto o una pralina ogni volta che ne avevo voglia. Ma quando mi sono messa a dieta il mio nutrizionista è stato chiaro: se volevo recuperare la forma perduta avrei dovuto rinunciare ai miei dolci 🙁

Fortunatamente, però, il nutrizionista cui si è rivolta Diana le ha dato anche qualche consiglio per cercare di non sentire troppo la mancanza dei dolcetti di cui si sarebbe dovuta privare.

Non avrei mai pensato di trovare delle alternative che mi aiutassero a soddisfare la mia voglia di dolce, eppure ho imparato a fare scelte migliori che ormai sono diventate abitudini cui non ho rinunciato nemmeno quando ho finito la mia dieta e che mi stanno aiutando a non recuperare i chili che sono riuscita a perdere.

Ma quali sono queste alternative, visto che fino a prova contraria non esistono dolci dietetici? A fine pasto, ad esempio, è possibile mangiare un frutto. Al suo interno, infatti, non sono presenti solo zuccheri semplici (uno degli ingredienti che rendono i dolci nemici della linea) ma anche preziose vitamine, minerali e le fibre alleate del benessere.

La frutta può essere introdotta anche agli spuntini in sostituzione di snack meno salutari come le merendine confezionate, scelta ideale per chi ha difficoltà a mangiare la frutta alla fine dei pasti a causa di spiacevoli gonfiori addominali. In alternativa è possibile mangiare una manciata di frutta secca, fonte di grassi buoni amici della salute, oppure uno yogurt.

Quest’ultimo, oltre ad essere un alimento più salutare rispetto ai dolci può anche rivelarsi utile al dimagrimento. Dotato di un effetto particolarmente saziante (superiore, ad esempio, a quello del cioccolato), lo yogurt è un concentrato di nutrienti che possono aiutare a sbarazzarsi della massa grassa, come il calcio, la caseina e le proteine del siero, peptidi bioattivi e aminoacidi. Scegliendo le varietà arricchite con batteri probiotici si favorisce anche il benessere della flora intestinale, che aiuta a controllare il peso.

Lo yogurt è un’ottima opzione anche per la colazione. Ed è stata proprio questa la scelta di successo per Diana.

Ho sostituito il tradizionale cappuccio e cornetto con un vasetto di yogurt, un po’ di frutta fresca e una tazzina di caffè, e ancora adesso mantengo questa sana abitudine. Cambiando frutta tutti i giorni non rischio di certo la monotonia!

Sostituendo i dolci con queste alternative sarà più facile perdere peso, vedrai! E per farti dare una mano affidati a prodotti specificamente pensati per sostenere la tua voglia di perdere peso, come Kilocal Caffè Verde, contenente estratto di Coffea Arabica utile per la sua azione tonica e di sostegno metabolico.

SLIMMING PROGRAM