fbpx
Ma perchè?

Perché l’alcol fa ingrassare?

Il cibo non è l’unica fonte di calorie: anche gli alcolici apportano energie! Ecco un buon motivo per non esagerare.

Lo sappiamo: non ingerire più calorie rispetto a quante se ne bruciano durante la giornata è una regola fondamentale da seguire per non ingrassare. Ciò non significa però vivere contando costantemente le calorie portate nel piatto; a volte basta conoscere quello che si mangia per riuscire a mantenere quel bilancio energetico indispensabile per non accumulare chili di troppo.

La stessa regola vale per le bevande diverse dall’acqua, alcolici inclusi. Infatti anche l’alcol è una fonte di calorie, per di più “vuote”; in altre parole, gli alcolici forniscono energia senza però apportare una quantità altrettanto significativa di nutrienti.

In particolare, ogni volta che si assume 1 grammo di alcol si assumono 7 calorie, quasi il doppio rispetto alle 4 calorie apportate da 1 grammo di carboidrati o proteine e quasi quanto le 9 calorie apportate da 1 grammo di grassi. Anche queste 7 calorie contribuiscono al conteggio totale delle energie assunte nell’arco della giornata; per questo l’alcol può far ingrassare, e per questo il suo consumo è sconsigliato a chi vuole perdere peso.

Per evitare di mettere a repentaglio la forma fisica è quindi bene conoscere la gradazione alcolica delle bevande consumate. Il parametro di riferimento è la cosiddetta Unità Alcolica, l’unità di misura che permette di sapere quanto alcol è presente in una bevanda. Una Unità Alcolica corrisponde a 12 grammi di alcol, ossia la quantità mediamente presente in un bicchiere di vino piccolo (corrispondente a 125 ml), in una lattina di birra di gradazione media (circa 5 gradi) e in un bicchierino di superalcolici (pari a 40 ml).

In generale, dati i numerosi effetti negativi dell’alcol sulla salute, alle donne viene raccomandato di non superare 1 Unità Alcolica al giorno, mentre agli uomini ne sono consentite al massimo 2 perché lo metabolizzano in modo più efficiente rispetto alle signore.

Non bisogna poi dimenticare che, oltre ad apportare calorie, l’alcol può anche far mangiare di più, soprattutto se viene assunto a stomaco vuoto. Infatti in queste condizioni è più facile sentirsi brilli e perdere il controllo su quello che si mette in bocca. Il risultato? Si può finire per mangiare più del dovuto e fare scelte poco salutari, come rimpinzarsi di cibo spazzatura, nemico della forma fisica.

Chi consuma alcolici dovrebbe quindi farlo a stomaco pieno, preferibilmente ai pasti. Per tenere sotto controllo le calorie assunte con bevande di questo tipo è invece sufficiente fare un semplice calcolo, moltiplicando il grado alcolico riportato sull’etichetta per 0,8 e dividendolo per 100; in questo modo si otterranno i grammi di alcol presenti in ogni ml di bevanda.

Infine, occorre sapere che tutte le volte che si mixa un alcolico con altri ingredienti – come succhi di frutta o sciroppi – non si fa altro che mettere altre calorie nel bicchiere. Meglio quindi non esagerare nemmeno con i cocktail e optare per uno stile di vita più salutare in cui a farla da padrone sia un’alimentazione sana ed equilibrata, un’attività fisica regolare e, se si desidera un aiuto in più, prodotti specificamente pensati per l’equilibrio del peso corporeo.

sx-image
logo
Il tuo percorso gratuito
per il controllo del peso
dx-image
Inserisci i tuoi dati e accedi in esclusiva a:
  • Guide per mangiare in modo sano ed equilibrato
  • Stimoli per raggiungere un miglior controllo del peso
  • Grande concorso Kilocal Ti Premia
  • Come hai conosciuto il servizio?
    Registrazione in corso...
    Attenzione!
    Testo errore