fbpx
Cosa significa...

Cosa significa…avere il metabolismo lento?

metabolismo lento

Ci sono tanti fattori che possono determinare la perdita o meno dei chili in eccesso. Scopri quali sono e cosa significa avere il metabolismo lento!

Ti stai impegnando nel seguire un’alimentazione sana e nel fare attività fisica, ma non vedi risultati in termini di peso? Può capitare! Infatti, a determinare la perdita dei chili in eccesso concorrono un gran numero di fattori, alcuni più noti, altri un po’ meno.

Quando l’ago della bilancia resta fermo per diverso tempo sullo stesso numero, si tende a puntare il dito contro quello che viene definito “metabolismo lento”. In realtà, il metabolismo “rallenta” nel momento in cui, ad esempio, si intraprende un regime alimentare molto restrittivo o in presenza di determinate condizioni.

Diete fai-da-te o che prevedono l’eliminazione di tanti alimenti, non sono consigliate perché spesso sono difficili da portare avanti nel tempo (gli sgarri sono dietro l’angolo) e il rischio è di riprendere i chili che si erano persi in breve tempo.

Perché il metabolismo è importante?

Per metabolismo si intende l’insieme dei processi chimici che hanno luogo nell’organismo in ogni istante della nostra vita, per trasformare i cibi in energia. Infatti, anche mentre dormiamo il nostro corpo continua a lavorare e per farlo, consuma energia di base.

Bisogna poi considerare che il metabolismo basale non è lo stesso per tutti, e può anche subire variazioni nel corso degli anni, funzionando in modo più o meno efficiente. Difatti, tra i principali fattori che possono incidere sul metabolismo basale rientrano:

  • l’età;
  • il sesso;
  • la composizione del corpo;
  • l’alimentazione seguita;
  • la genetica;
  • i livelli ormonali.

Man mano che si va avanti con l’età infatti, il corpo tende a trasformarsi: la massa grassa aumenta a discapito di quella magra, causando così un rallentamento del metabolismo. Inoltre, gli uomini tendono a consumare più calorie rispetto alle donne in quanto possiedono una massa muscolare maggiore rispetto alla massa magra.

Ma non è solo il metabolismo basale a determinare le calorie bruciate giornalmente: bisogna infatti anche considerare il livello di attività fisica e le calorie bruciate dall’organismo nel corso della digestione e dell’assorbimento degli alimenti consumati.

Perché il metabolismo rallenta

Dietro a un metabolismo lento quindi, ci sono diversi e più motivi. Vediamo quali possono essere:

  • segui un’alimentazione squilibrata, ovvero ci sono giorni in cui rispetti i pasti e le porzioni ideali per te e altri in cui questo non accade;
  • non ti muovi abbastanza e questo non ti permette di consumare sufficienti calorie;
  • esegui esercizi ad alta intensità. Meglio invece allenarsi per 3-4 volte alla settimana e nei restanti giorni, mantenere semplicemente in attività il corpo facendo una bella passeggiata;
  • hai eliminato del tutto alcuni alimenti (ad esempio i carboidrati) dal tuo regime alimentare;
  • prepari porzioni abbondanti per il tuo fabbisogno energetico;
  • stai vivendo un periodo di stress;
  • sei in menopausa.

Cosa puoi fare per perdere peso in modo sano? Come primo step, puoi iniziare a modificare il tuo stile di vita, lì dove necessario, facendoti seguire da uno specialista per l’elaborazione di un piano alimentare ad hoc. A una sana alimentazione poi, associa dell’attività fisica in modo da tenere sempre in movimento il tuo corpo.