Giovanni

#5: Nessun vuoto, solo gioia

Giovanni
Scritto da Giovanni

Smettere di fumare e cercare di dimagrire, fare entrambe le cose insieme intendo,  è davvero arduo, un’impresa che solo una fortissima volontà e una solida determinazione possono permettere di compiere. Lo so bene io: seguire la dieta che mi ha imposto il medico, dovendo anche gestire lo stress dell’astinenza da sigarette, non è come bere un bicchier d’acqua.  Se poi ci mettiamo le tentazioni a cui faccio fatica a resistere, soprattutto quelle gastronomiche offerte dalle festività natalizie…

Insomma, la verità è che ancora non sono riuscito, a ormai alcuni mesi dall’inizio della dieta, a smaltire i 15 kg di troppo; me ne mancano almeno 6 e sono proprio quelli più difficili da buttare giù. Ho ancora un po’ di pancetta, nonostante abbia iniziato a fare addominali alla panca come esercizio di allenamento oltre alla “solita” corsa del mattino. Non sono proprio costante, ma almeno due-tre volte alla settimana un bel po’ di crunch me li faccio.

Il mio dottore è molto soddisfatto, mi dice che non posso pretendere di ritrovare il peso forma così in fretta dopo decenni di stravizi, e che la dipendenza dalle sigarette è una delle più difficili da vincere: “Ma lo sa, caro Giovanni, che lei fa parte di quel ristretto gruppo di tabagisti che dopo tre mesi di astensione dal fumo riesce ancora a resistere? La maggior parte riprende il vizio molto prima… ne deve essere orgoglioso!”

E io sono fiero di me. E lo sono anche mia moglie e i miei bimbi, questo è certo. E’ solo che, da impaziente quale sono, a volte vengo preso dalla fretta, e vorrei raggiungere gli obiettivi nel più breve tempo possibile. Ad esempio vorrei non sentire così forte il desiderio di accendermi una sigaretta dopo il caffè del mattino, e vorrei non sentire la gola secca quando vedo gorgogliare una bella birra schiumante al bar, mentre mi devo limitare a bere un’acqua minerale. E che dire della mortadella che Marcella compra per la merenda dei bimbi e che sembra chiamarmi dal frigorifero ogni volta che lo apro? Ma io nulla, cerco di non farmi tentare. Come recita il detto: chi la dura, la vince!

Del resto mi accorgo che ci sono un sacco di lati positivi nell’aver smesso di fumare e nell’essere dimagrito. Ad esempio ho molto più fiato quando corro, non ansimo alla prima salita e i pantaloni mi stringono meno. Mi allaccio le scarpe senza difficoltà e persino il solito mal di schiena è da un po’ che non si presenta. Infine, sono più tranquillo e questa serenità si riflette positivamente anche nella mia vita matrimoniale.

Domani ho in programma una bella gita in bicicletta con i ragazzi. Il tempo sarà bello e ci darà l’occasione per fare qualcosa tutti insieme. Forse verrà anche Marcella, devo riuscire a convincerla, anche se lei non è proprio una ciclista provetta. Dopo faremo un bel pranzo al sacco e nel mio cestino ci saranno solo cibi gustosi e sostanziosi ma molto sani.

Quando sono con la mia famiglia e osservo Marcy e i bambini così allegri e uniti, mi accorgo di che uomo fortunato sono. Allora mi passano come d’incanto tutte le malinconie, non ho più voglia di fumare, di bere o di abbuffarmi, perché non sento nessun vuoto dentro di me, solo gioia e soddisfazione. Non so quanto ci vorrà per dimagrire fino a tornare in forma come quando avevo 20 anni, ma una cosa la so bene: con le sigarette, lo stress e il malumore ho chiuso per sempre, e da questa certezza non si torna più indietro!

 

Le storie e i personaggi riportati all’interno di questo articolo sono inventati e pertanto non riferibili a persone e/o accadimenti specifici, tuttavia esse sono anche frutto di una rielaborazione di situazioni realistiche e pertanto in qualche modo rappresentative di episodi teoricamente possibili.

SLIMMING PROGRAM

CHIUDI

SCOPRI SUBITO COME RITROVARE LA LINEA

 
Kilocal Program

Programma snellimento personalizzato

Partecipa al programma di snellimento per ricevere gratuitamente risposte personalizzate con utili suggerimenti per migliorare i tuoi problemi di linea.

Anni Cm Kg Kg

Chiudi