Consigli utili

Come dimagrire utilizzando il contapassi

Per dimagrire bisogna anche muoversi! Il contapassi può aiutare a garantirsi un livello di attività fisica adatto per mantenersi in forma.

Per dimagrire e non recuperare i chili persi non basta mettersi a dieta, ma bisogna anche far rientrare nel proprio stile di vita sane abitudini, prima fra tutte quella di mantenersi fisicamente attivi. Il segreto per rimettersi in forma di Giulia, studentessa di 25 anni alle prese con i chili di troppo da quando era adolescente, è stato proprio iniziare a muoversi un po’ di più:

 

Ho girato un sacco di studi medici, e qualsiasi dietologo continuava a ripetermelo: se volevo smaltire quella pancia non mi sarebbe bastato seguire la dieta che mi stavano prescrivendo. Avrei dovuto anche fare dell’attività fisica. Ma io sono sempre stata una pigra, e per di più la scuola mi impegnava troppo per pensare di iscrivermi in palestra o di iniziare a praticare uno sport. Alla fine, però, ho dovuto dar loro ragione: solo quando ho iniziato letteralmente a darmi una mossa sono riuscita a dimagrire e a non ingrassare più.

 

Infatti, volenti o nolenti, per perdere peso è necessario bruciare più calorie di quante se ne assumono con il cibo. Aumentare l’attività fisica praticata aiuta a raggiungere questo obiettivo facendo bruciare più energie nel corso della giornata. In più, se l’esercizio diventa parte della quotidianità e non si smette di praticarlo subito dopo aver finito la dieta, riprendere i chili persi sarà più difficile. Muoversi, insomma, aiuta a ottenere i migliori risultati possibili dal proprio programma di dimagrimento.

Certo, quello che ha dovuto affrontare Giulia è un problema con cui si scontrano in molti, a qualsiasi età: dove trovare il tempo per fare dell’attività fisica?

 

In realtà mi sono accorta che mi sbagliavo di grosso: non c’era bisogno che mi iscrivessi in palestra. Per aumentare le calorie che bruciavo ho iniziato semplicemente a muovermi di più durante la giornata, utilizzando il contapassi per essere sicura di aver fatto abbastanza movimento.

 

Lo strumento utilizzato da Giulia è lo stesso consigliato dagli autori della cosiddetta Step Diet, la “dieta dei passi” che, piuttosto che contare le calorie da mettere nel piatto, prevede di tenere conto di quanto si cammina durante la giornata proprio utilizzando un contapassi.

L’obiettivo da raggiungere è fare 10.000 passi al giorno, tanti quanti vengono raccomandati da diverse linee guida internazionali. Ecco come funziona:

  • Per iniziare è possibile utilizzare il contapassi per rendersi conto di quanto si cammini normalmente; in questo modo si potrebbe scoprire che ci si muove molto meno di quanto si pensi di fare;
  • Il punto di partenza dovrebbero essere almeno 2.000 passi al giorno. Chi li raggiunge di già può aggiungerne altri 500;
  • Dopo la prima settimana di dieta sarà necessario aggiungerne altri 500;
  • Procedendo con aumenti di 500 passi al giorno ogni 7 giorni sarà possibile raggiungere i 10.000 passi quotidiani raccomandati per mantenersi in forma.

C’è però anche un altro fattore da tenere in considerazione: l’intensità dell’attività fisica svolta camminando; in generale, per praticare un esercizio aerobico di livello moderato bisognerebbe procedere a una velocità di circa 100 passi al minuto, ma l’intensità ideale potrebbe variare da caso a caso. Per di più non è detto che 10.000 passi al giorno siano l’obiettivo ideale per tutti; per questo è bene chiedere un consiglio a un esperto anche quando si decide di utilizzare il contapassi.

Tutto ciò non significa che grazie al contapassi si possa dimagrire senza preoccuparsi di ciò che si mangia. Gli stessi autori della Step Diet raccomandano di seguire gli accorgimenti generali che aiutano a rendere la propria dieta quotidiana sana e a prova di linea: mangiare tanta frutta e verdura, preferire i cereali nella loro versione integrale e i latticini magri, mangiare fonti di proteine povere di grassi e preferire i grassi buoni (vanno bene, ad esempio, quelli del pesce e dell’olio di oliva).

Per soddisfare la propria voglia di perdere peso un ultimo consiglio è quello di rivolgersi agli estratti vegetali che aiutano a favorire il fisiologico metabolismo dei nutrienti. Conosci i benefici di quelli contenuti in Kilocal Magra Metabolico? Il suo estratto di Gimnema aiuta anche a contrastare il senso di fame e a limitare, di conseguenza, l’assunzione di calorie. Perché non provare?!

SLIMMING PROGRAM